Seminare Costituzione

Data di pubblicazione: Venerdì, 17 Gennaio, 2020 - 10:26

Parliamo di Costituzione, ne abbiamo parlato, ne parleremo ancora. Parliamo di Costituzione sapendo che non basterà a migliorare il nostro paese. Non basterà in questo tempo in cui le parole sono sempre di più e sempre più vuote, perché non cambiano il nostro operato e, sovente, non hanno neanche la nostra faccia. 
Ma se alle parole della Costituzione diamo le nostre mani, trasformandole in atti di testimonianza, allora la faccenda cambia e, passo dopo passo, il paese in cui abitiamo e la scuola che ospita i nostri figli diventano sul serio la casa di tutti, un campo fertile in grado di far germogliare ogni buon seme. Ed ecco allora che, senza clamore, e con la giusta dose di risate e sorrisi, Natascia Rossetti e Melissa Distante, due mamme di Noha, si trasformano egregiamente in provetti tuttofare e, detto fatto, il muro di cinta della scuola viene intonacato e dipinto, le veneziane delle aule ritornano funzionanti e vengono tirate a lucido. 
A noi della scuola e a tutta la comunità di Noha non rimane altro da fare che ringraziare, di cuore, con sincerità, con affetto, non solo per il lavoro fatto ma anche e soprattutto, per l’esempio dato. 
Qualcuno ci ha detto che spiegare il principio della sussidiarietà ai bambini è troppo difficile, ma per noi maestre di Noha è diventato a dire il vero molto semplice: la sussidiarietà è ciò che hanno fatto queste due mamme; il loro fare non è piccola cosa, è il seme che farà germogliare, ne siamo certi, l’albero della cittadinanza: un seme, un altro… un albero, tanti alberi… un bosco.